Fabio Bonelli, di Musica da Cucina, e Adalgisa, il pupazzetto stile Muppet, in concerto @NTC

Venerdì 17 gennaio alle ore 22.30 continuano gli appuntamenti del Nuovo Teatro delle Commedie con la musica italiana, con il concerto di Sit In Music.

Sit In Music, è una band elettro-pop formata da Fabio Bonelli, già conosciuto per Musica da Cucina, e Adalgisa, una pupazzetta in stile Muppet, che accompagna con la sua voce delicata tutte le canzoni. Ma Sit In Music è anche coristi strampalati, astronavi di cartapesta, astri parlanti, orsi cantanti e tanto altro, per uno spettacolo colorato e scintillante che dall’indie-pop, ispirato a gruppi celebri come Beatles, Pixies e Yo La Tengo, vuole arrivare a toccare il teatro di figura, il musical, il Muppet Show, il circo e perfino la fantascienza.

Il progetto Sit In Music è stato reso possibile anche al crowdfunding, attraverso la piattaforma Musicraiser, attraverso la quale, nell’estate 2013, Fabio Bonelli ha potuto raccogliere i fondi necessari per poter iniziare a costruire il teatrino e tutte le attrezzature necessarie, nonché impalcature, luci e pupazzette. L’esordio del tour, che arriverà a Livorno venerdì 17 gennaio, è avvenuto allo storico Riot di Napoli il giorno 11 gennaio 2014 e sta proseguendo con serate sold out.

Ingresso 5 euro.

Potrebbero interessarti

fipili

Gli appuntamenti della settimana al Nuovo Teatro delle Commedie

Da sabato 23 a lunedì 25 dalle ore 11 Fi Pi Li Horror Festival Giunto alla sua quinta edizione, l’unico festival del territorio livornese dedicato alla paura, al fantastico tra cinema, letteratura e arte, si impone oggi come un festival di genere che intende declinare il tema della “paura”...

sinfonico

Due imperdibili date del Sinfonico Honolulu in concerto @NTC

Venerdì 9 e domenica 10 maggio alle ore 23 il Nuovo Teatro delle Commedie ospita per due appuntamenti imperdibili il Sinfonico Honolulu, la prima e più nota orchestra italiana di ukulele, vincitrice nel 2013 della Targa Tenco nella sezione dedicata agli interpreti per l’album “Maledetto colui che è solo” di...

»