Funder 35 – Scade il 15 luglio il bando della Fondazione Cariplo di Milano per l’impresa culturale giovanile.

Come si può vedere dalla nostra home page, Pilar Ternera è una delle 15 fortunate imprese culturali finanziate dal progetto Funder 35della Fondazione Cariplo di Milano che le ha permesso di ripensare alla propria struttura interna e consolidarsi come impresa culturale attiva sul territorio.  

Che cos’è  Funder 35?

Fonte https://www.fondazionecariplo.it/fUNDER35

Il progetto fUNDER35 – il fondo per l’impresa culturale giovanile, nato da un’idea della Commissione per le Attività e i Beni Culturali dell’Acri, mira ad accompagnare le imprese culturali giovanili nell’acquisizione di modelli gestionali e di produzione tali da garantirne unmigliore posizionamento sul mercato e una maggiore efficienza e sostenibilità. Si tratta di un’iniziativa sperimentale attorno alla quale hanno stabilito di concentrare le proprie risorse ben 10 fondazioni (Fondazione Cariplo, che si è assunta il ruolo di ente capofila,Fondazione Banco di SardegnaFondazione CariparmaFondazione LivornoFondazione Cassa di Risparmio della SpeziaFondazione Cassa di Risparmio di LuccaFondazione Cassa di Risparmio di ModenaFondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo,Fondazione Cassa di Risparmio di Torino Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna). L’impegno delle fondazioni è motivato dalla diffusa fragilità delle imprese culturali giovanili – aggravata dall’attuale crisi del bilancio pubblico – che si associa, peraltro, a una scarsa frequentazione dei cosiddetti “luoghi di cultura” da parte delle giovani generazioni.

GLI OBIETTIVI 

Le fondazioni hanno attivato il progetto fUNDER35 con l’obiettivo direndere più solide e stabili le migliori imprese culturali giovanili. Si ritiene che queste imprese, rafforzate sul piano organizzativo e gestionale e grazie a una proposta artistico-culturale innovativa e di qualità, potrebbero stare più facilmente sul mercato (entrando tra l’altro più agevolmente in contatto con il pubblico giovane).

GLI STRUMENTI DEL PROGETTO

• Il bando: il progetto prevede la pubblicazione per tre anni di un bandorivolto a imprese nonprofit di natura privata aventi sede e operanti, da almeno due anni, nei territori di riferimento delle fondazioni
• L’accompagnamento: le imprese selezionate sono destinatarie di iniziative di monitoraggio periodico e di supporto connesse alle tematiche organizzative, gestionali e di innovazione tecnologica, con l’obiettivo di accompagnare il processo di miglioramento
• L’orientamento: sono sviluppate attività di orientamento su tematiche fiscali, amministrative, di raccolta fondi a livello nazionale e internazionale da offrire agli enti finanziati come ottimizzazione delle risorse.
• La comunicazione: è in atto un piano di comunicazione per promuovere adeguatamente a livello nazionale tutte le iniziative finanziate nell’ambito del progetto.

Il Bando è scaricabile qui https://www.fondazionecariplo.it/it/progetti/arte/fUNDER35/il-bando-2013-di.html

 Buona Fortuna!

 

Potrebbero interessarti

ovo2

oVo presentano l’ultimo lavoro, Abisso, venerdì 4 aprile @NTC

Gli oVo, cioè Stefania Pedretti e Bruno Dorella, approdano finalmente a Livorno, dove presentano la loro ultima fatica in studio, “Abisso”. I loro live, per chi non ha mai avuto il piacere di vederli, sono devastanti e unici. Il duo è uno dei iù attivi della scena rock internazionale,...

10300420_962550400440221_2421418257488170507_n

Crying Day Care Choir in concerto mercoledì 3 dicembre ore 22 @NTC

Mercoledì 3 dicembre alle ore 22 torna la musica internazionale al Nuovo Teatro delle Commedie con il gruppo svedese Crying Day Care Choir. Crying Day Care Choir è composto dai coniugi Jack e Sara, e dal fratello di Jack, Bill, a cui si aggiunge un collettivo di musicisti in...

foto-pp2

Persian Pellican in concerto @NTC

Venerdì 7 febbraio alle ore 22.30 appuntamento con la musica indipendente italiana al Nuovo Teatro delle Commedie con Persian Pelican in concerto. Persian Pelican, al secolo Andrea Pulcini, è un progetto di musica folk manipolata geneticamente in cui Andrea Pulcini miscela songwriting americano, indigestioni di cinema iraniano e melodrammi di Douglas...

»