BLOCCO 3

La Guglia. Il circolino. Il giro d’Italia a tappini. Il bar Giuliano. La Pisorno. La Quercia. I bachi in frigorifero. I gatti contro il muro. Le Ghiande. La cassetta dei galleggianti. I maiali. Siddharta. La Vespa rossa. L’incerata. I Bagni Luana e i Fiorella. Posillipo. L’Estatè. Il libeccio. La pizza da Frenzio. L’Americani. L’Ungheria. Il Paradiso. Le coreane. Camp Derby. Gli scogli piatti. Le triglie. Pajetta, Ingrao e Berlinguer. Oreste. Yuri senza la y. Mirkone con la k. Willi. Pedro. Ainstain. I fratelli Giordano. Il Gringo. Le caviglie di Cristina. Ciste e Acciuga. Paolino. La Gina. Mi pà.C’era una volta a Livorno, Mario Nesi, di anni undici, nato al Blocco 3, nel popolare e mitico rione della Guglia fra gli anni ’70 e ‘80. Il Blocco 3 è l’edificio che lo vede crescere, all’ombra del suo cortile e di una affollata e picaresca umanità, fra compagni di giochi esuberanti, e vicini di casa molto vicini. Mario, sotto l’ala protettiva del padre un tipico comunista d’acciaio di quei tempi, sviluppa i primi germi di ribellione umoristica e autocoscienza. La voglia di crescere ed emanciparsi, non tarderà a portare le prime trasgressioni e le prime esperienze amorose. L’ironia di Mario forgia il suo personaggio in un ritmo allegro ma non troppo.

Blocco 3 è il terzo palazzaccio di una serie di edifici di sicurezza, voluti dal regime fascista a scopo contenitivo per i sovversivi e architettonicamente commemorativo del tiranno (dall’alto si legge una scritta minacciosa come ricorda sempre a tutti il partigiano Oreste). È il centro di un mondo scomposto e ricomposto in un prisma che rifrange la memoria da diverse angolazioni. La narrazione tratteggia con disinvoltura uno spaccato caleidoscopico della profonda umanità che vi si affolla e affianca Mario nel suo mestiere di crescere e di vivere.

 

Di e con Fabrizio Brandi

Stagione 2018/2019 – Dove ci avete visto:

Ntc – Livorno 3/3/2018

Scuderei Granducali – Serravezza 7/3/2018

Scenari di quartiere/Piazza Barriera Garibaldi – Livorno 12/9/2018

Teatro della Cooperativa – Milano 11/9/2018

Teatro della Cooperativa – Milano 12/9/2018

Teatro della Cooperativa – Milano 13/9/2018

Teatro della Cooperativa – Milano 14/9/2018

Teatro Goldoni – Livorno 22/2/2019

Caffè Muller – Torino 23/3/2019

Dove ci potrete vedere:

Produzione Pilar Ternera/NTC

Distribuzione Valeria Giuliani

organizzazione@nuovoteatrodellecommedie.it

05861864087/3479708503

Richiedi informazioni

Potrebbero interessarti

TEATRO D’AUTORE – FRIDA KAHLO. VIVA LA VIDA!

FRIDA KAHLO VIVA LA VIDA!   Tratto dal libro di Pino Cacucci “Viva la Vida!” La storia di Frida Kahlo più o meno la sappiamo tutti, respirarla in un teatro la rende reale e cruda come effettivamente lo è stata. L’attrice attraverso la sua...

Dettagli

TEATRO D’AUTORE – PROVACI ANCORA

Provaci ancora Nato dalla tragedia di Romeo e Giulietta. Romeo e Giulietta muoiono perché non rinunciano al proprio ideale: vivere il proprio amore e conservarlo intatto, puro. Ai due protagonisti solo la dimensione della morte e della tragedia permette di realizzare il proprio amore/ideale....

Dettagli

TEATRO D’AUTORE – HO UN VIZIO AL CUORE

Ho un vizio al cuore    Da i tre atti unici di Čechov Čechov definiva I tre atti unici “scherzi”. Questi personaggi altro non sono se non delle burle, figure a metà che suscitano la risata perché prive di sfumature. Sono in bianco e...

Dettagli

TEATRO D’AUTORE – PILAR TERNERA / GUASCONE TEATRO IN ANGELI A TERRA

ANGELI A TERRA Di e con Alberto Salvi, Francesco Cortoni e Andrea Kaemmerle Scenografia e costumi di Marco Ulivieri Un luogo paradisiaco, Lui (Dio) e tre angeli. Qualcosa sta per succedere o forse è già successa. Dio non si muove, gli angeli sono in...

Dettagli

PROGETTO SUL TERRITORIO – Merdrè x 2 – Da Ubu Roi di Alfred Jerry

MERDREX2 da Ubu Roi di A. Jerry   Il progetto prevede un lavoro intenso e approfondito sul testo “Ubu Re” di Alfred Jarry dove sei attori professionisti, provenienti da tre compagnie diverse, incontrano un territorio e la sua comunità per costruire, prima di uno...

Dettagli

TEATRO D’AUTORE – SCENE DI LIBERTA’

Scene di Libertà Scene di libertà è un pugno nello stomaco. Stordisce da quanto è lucido e diretto. Nonostante si componga di un’architettura drammaturgica complessa fatta di atti, o quadri, che non si prestano ad un ordine consequenziale logico, i protagonisti ricompongono una storia...

Dettagli
»